free website maker

FOIBA DI
BASOVIZZA

MEMORIALE ALLE VITTIME DELLE FOIBE


Memoriale di tutte le vittime degli eccidi del 1943 e 1945, la Foiba di Basovizza in origine era un pozzo minerario di 256 m scavato per individuare una vena di carbone all’inizio del XX secolo.
Dopo l’occupazione di Trieste nel maggio 1945, i militari titini gettarono qui quanti erano stati rastrellati nelle loro case e rinchiusi in campi di internamento in Slovenia o Istria.

 Si trattava di comuni cittadini, militari, poliziotti, finanzieri, agenti di polizia carceraria e fascisti, ma anche di antifascisti e membri del CLN che potevano ostacolare l’occupazione di Trieste.
Queste persone venivano trascinate sul bordo della foiba (cavità naturale del Carso) e gettate in essa a gruppi, dopo essere state spesso torturate. È difficile fare calcoli esatti, ma in base alla stratigrafia le vittime sono circa 2000. 
Il monumento che ricorda il loro sacrificio a Basovizza è formato da una lastra di pietra con una grande croce, alla cui sinistra un cippo spiega ai visitatori le sezioni e stratificazioni. Nel recinto che racchiude lo spazio monumentale sono stati poi aggiunti altri cippi, che ricordano le forze dell’ordine che hanno perso qui loro rappresentanti.

Articolo a cura di Simone Farinelli

GALLERIA

Nota

Per un esperienza migliore è consigliato visitare il sito da PC o con il dispositivo in orizzontale

Su di noi

Per maggiori informazioni sugli studenti dedicati alla creazione del sito: clicca qui